menu chiudi menu

Paginetta per i catechisti: Domenica delle Palme, tirare avanti come un asino

Jesus-DonkeyCarissimi catechisti e catechiste,
È la Domenica delle Palme, entriamo “nell ‘ambiente” particolare della settimana Santa, varchiamo su un somaro insieme a Gesù “la soglia” del Tempio Santo del tempo più importante dell’anno liturgico.
Innanzitutto lasciamo parlare il somaro di Gesù: egli vede la gente “osannarLo”, applaudirLo, stendere davanti a Lui palme e mantelli: tutto però è per Gesù, che lui porta sulla propria gobba e lui è tutto contento perchè permette a Gesù di incontrare la gente e al popolo di incontrare Gesù: quel somaro siamo noi cristiani, impegnati nell’intento di “portare” Gesù ai fratelli, siamo noi catechiste/i che desideriamo ardentemente farLo conoscere alle nuove generazioni e a tutti; non prendiamoci per noi gli applausi, se abbiamo fatto qualcosa di bello diamo Gloria a Colui che portiamo, con una certa fatica sulle spalle, non rubiamo neanche “la scena” a Gesù, non mettiamo noi stessi al centro del “palcoscenico”, noi vogliamo parlare di Gesù soltanto e noi “entriamo sul palco” solo perchè siamo servi suoi e stiamo lì perchè tutto “il pubblico” conosca quanto è bravo! L’asino ci dice inoltre che lui non è un animale che i grandi eroi in armi hanno cavalcato, non è “vocato a far fare bella figura” a chi lo cavalca, è un animale che il mondo non apprezza tanto, eppure è stato scelto da Gesù, eppure Gesù lo ha guardato per svolgere una missione importantissima che è una missione di pace, perchè Gesù così può dire a tutti che Lui è re di pace; ma allora Gesù può guardare anche a noi che ci sentiamo “tanto dei somarelli” ed affidarci una missione rilevante nella sua Chiesa o nel mondo, non importa il nostro passato di peccato o di lontananza o di ribellione a Dio? Gesù non guarda ciò che guarda il mondo, il mondo guarda l’apparenza, Gesù guarda il cuore?Poi c’è il brano del Vangelo della Passione nella versione secondo Matteo che preferisco non “rovinare”, come la liturgia del giorno ci invita a compiere, con un lungo commento; è già eccessivamente ed esageratamente istruttivo quello che Gesù dice e compie durante la sua Passione e Morte, che facciamo bene a meditarlo oggi con la comunità e in seguito e ritornarci sopra, magari in settimana, per conoscere cosa Gesù ci chieda, quale conversione possiamo operare nella nostra vita, quali pensieri e scelte possiamo attuare, personalmente prima che comunitariamente come famiglia o gruppo parrocchiale, per essere “più suoi”, per essere più testimoni suoi e per poterGli assomigliare un po’ di più anche quando siamo chiamati a soffrire, forse per Amor suo, o forse per una malattia o per un’incomprensione o altro. Chissà se anche in quei giorni duri Gesù resta il Signore della nostra vita! Chissà se davanti a questi “spauracchi” reagiamo con la sua umiltà, la sua mitezza ed il suo silenzio d’offerta e di Comunione profonda con il Padre! Gesù Maestro sofferente, istruiscici ancora e insegnaci un poco anche a saper soffrire con Te!
Don Luigi, vostro servo

08/04/2017 | News | Commenti disabilitati su Paginetta per i catechisti: Domenica delle Palme, tirare avanti come un asino

I commenti sono chiusi.