menu chiudi menu

S. Messa nella XXX Domenica per annum /A – 25 ottobre 2020

Dopo i testi della Messa, troverete una selezione di canti consigliati per la Celebrazione.

RITI DI INTRODUZIONE

ANTIFONA D’INGRESSO
Gioisca il cuore di chi cerca il Signore.
Cercate il Signore e la sua potenza,
cercate sempre il suo volto. (Sal 104,3-4)

C. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
A. Amen.

C. Il Signore sia con tutti voi.
A. E con il tuo Spirito.

ATTO PENITENZIALE
C. All’inizio di questa celebrazione eucaristica, chiediamo la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di comunione con Dio e con i fratelli

– Signore, che ci inviti a testimoniarti come tu hai testimoniato il Padre. Kyrie, eleison.
Kyrie, eleison.
– Cristo, che ci inviti ad accoglierci come tu ti accogli. Christe, eleison.
Christe, eleison.
– Signore, che ci inviti ad amarci come tu ci ami. Kyrie, eleison.
Kyrie, eleison.


C. Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna.
A. Amen.

INNO DI LODE
Gloria a Dio nell’alto dei cieli
e pace in terra agli uomini di buona volontà.
Noi ti lodiamo, ti benediciamo,

ti adoriamo, ti glorifichiamo,
ti rendiamo grazie per la tua gloria immensa,
Signore Dio, Re del cielo, Dio Padre onnipotente.
Signore, Figlio unigenito, Gesù Cristo,

Signore Dio, Agnello di Dio, Figlio del Padre;
tu che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi;
tu che togli i peccati del mondo, accogli la nostra supplica;
tu che siedi alla destra del Padre, abbi pietà di noi.
Perché tu solo il Santo, tu solo il Signore,

tu solo l’Altissimo: Gesù Cristo, con lo Spirito Santo
nella gloria di Dio Padre.
Amen.

COLLETTA

Dio onnipotente ed eterno,
accresci in noi la fede, la speranza e la carità,
e perché possiamo ottenere ciò che prometti,
fa’ che amiamo ciò che comandi.
Per il nostro Signore Gesù Cristo…

Oppure:
O Padre, che fai ogni cosa per amore
e sei la più sicura difesa degli umili e dei poveri,
donaci un cuore libero da tutti gli idoli,
per servire te solo
e amare i fratelli secondo lo Spirito del tuo Figlio,
facendo del suo comandamento nuovo
l’unica legge della vita.
Per il nostro Signore Gesù Cristo…
Amen.

LITURGIA DELLA PAROLA

PRIMA LETTURA

Dal libro dell’Èsodo

Se maltratterete la vedova e l’orfano, la mia ira si accenderà contro di voi. ( Es 22,20-26 )

Così dice il Signore:
«Non molesterai il forestiero né lo opprimerai, perché voi siete stati forestieri in terra d’Egitto.
Non maltratterai la vedova o l’orfano. Se tu lo maltratti, quando invocherà da me l’aiuto, io darò ascolto al suo grido, la mia ira si accenderà e vi farò morire di spada: le vostre mogli saranno vedove e i vostri figli orfani.
Se tu presti denaro a qualcuno del mio popolo, all’indigente che sta con te, non ti comporterai con lui da usuraio: voi non dovete imporgli alcun interesse.
Se prendi in pegno il mantello del tuo prossimo, glielo renderai prima del tramonto del sole, perché è la sua sola coperta, è il mantello per la sua pelle; come potrebbe coprirsi dormendo? Altrimenti, quando griderà verso di me, io l’ascolterò, perché io sono pietoso».

Parola di Dio.
Rendiamo grazie a Dio.

SALMO RESPONSORIALE (Sal 17)

Rit: Ti amo, Signore, mia forza.

Ti amo, Signore, mia forza,
Signore, mia roccia,
mia fortezza, mio liberatore.

Mio Dio, mia rupe, in cui mi rifugio;
mio scudo, mia potente salvezza e mio baluardo.
Invoco il Signore, degno di lode,
e sarò salvato dai miei nemici.

Viva il Signore e benedetta la mia roccia,
sia esaltato il Dio della mia salvezza.
Egli concede al suo re grandi vittorie,
si mostra fedele al suo consacrato.

SECONDA LETTURA

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Tessalonicési

Vi siete convertiti dagli idoli, per servire Dio e attendere il suo Figlio. ( 1Ts 1,5-10 )

Fratelli, ben sapete come ci siamo comportati in mezzo a voi per il vostro bene.
E voi avete seguito il nostro esempio e quello del Signore, avendo accolto la Parola in mezzo a grandi prove, con la gioia dello Spirito Santo, così da diventare modello per tutti i credenti della Macedònia e dell’Acàia.
Infatti per mezzo vostro la parola del Signore risuona non soltanto in Macedonia e in Acaia, ma la vostra fede in Dio si è diffusa dappertutto, tanto che non abbiamo bisogno di parlarne.
Sono essi infatti a raccontare come noi siamo venuti in mezzo a voi e come vi siete convertiti dagli idoli a Dio, per servire il Dio vivo e vero e attendere dai cieli il suo Figlio, che egli ha risuscitato dai morti, Gesù, il quale ci libera dall’ira che viene.

Parola di Dio.
Rendiamo grazie a Dio.

Canto al Vangelo

Alleluia, alleluia.
Se uno mi ama, osserverà la mia parola, dice il Signore,
e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui. (Gv 14,23)
Alleluia.

VANGELO

Amerai il Signore tuo Dio, e il tuo prossimo come te stesso. ( Mt 22,34-40 )

Il Signore sia con voi.
E con il tuo Spirito.
Dal Vangelo secondo Matteo.

Gloria a te, o Signore.

In quel tempo, i farisei, avendo udito che Gesù aveva chiuso la bocca ai sadducèi, si riunirono insieme e uno di loro, un dottore della Legge, lo interrogò per metterlo alla prova: «Maestro, nella Legge, qual è il grande comandamento?».
Gli rispose: «“Amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente”. Questo è il grande e primo comandamento. Il secondo poi è simile a quello: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti».

Parola del Signore.
Lode a te, o Cristo.

PROFESSIONE DI FEDE

Credo in un solo Dio,
Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra
,
di tutte le cose visibili e invisibili.
Credo in un solo Signore, Gesù Cristo,
unigenito Figlio di Dio, nato dal Padre prima di tutti i secoli.
Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero;
generato, non creato; della stessa sostanza del Padre;
per mezzo di lui tutte le cose sono state create.
Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo;
(a queste parole tutti si inchinano)
e per opera dello Spirito Santo
si è incarnato nel seno della Vergine Maria e si è fatto uomo.
Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, morì e fu sepolto.
Il terzo giorno è risuscitato, secondo le Scritture;
è salito al cielo, siede alla destra del Padre.
E di nuovo verrà, nella gloria, per giudicare i vivi e i morti,
e il suo regno non avrà fine.
Credo nello Spirito Santo, che è Signore e da la vita,
e procede dal Padre e dal Figlio

e con il Padre e il Figlio è adorato e glorificato
e ha parlato per mezzo dei profeti.
Credo la Chiesa, una, santa, cattolica e apostolica.
Professo un solo battesimo per il perdono dei peccati.
Aspetto la risurrezione dei morti
e la vita del mondo che verrà.
Amen.

PREGHIERE DEI FEDELI

C. Fratelli e sorelle carissimi, l’amore è il grande comandamento che sintetizza tutto quanto il Signore desidera da noi. Nella preghiera chiediamogli di darci la forza di vivere ogni giorno questo amore.

L. Preghiamo insieme dicendo: Signore insegnaci ad amare!

L. Signore Gesù, che annunci l’amore del Padre, guida la Chiesa affinché continui nel mondo intero la tua opera per condividere il tesoro della fede con tutte le genti. Noi ti preghiamo.

L. Signore Gesù, che insegni ad amare il Padre e il prossimo, ti preghiamo affinché il comandamento dell’amore sia la base per costruire una società più giusta e fraterna, la vera civiltà dell’amore. Noi ti preghiamo.

L. Signore Gesù, che chiami tutti i popoli alla salvezza, assisti quanti sono partiti per annunciare il Vangelo affinché trovino il sostegno nella preghiera e nella stima della comunità. Noi ti preghiamo.

L. Signore Gesù ti preghiamo per quanti vivono nella prova a causa della pandemia da coronavirus perché si sentano amati da Dio Padre anche nella sofferenza e sappiano portare la croce imitando Te, che hai donato la sua vita per l’umanità. Noi ti preghiamo.

L. Signore Gesù, che parli a noi riuniti a celebrare la Pasqua settimanale, questa celebrazione ci aiuti ad essere nella vita quotidiana missionari della luce che viene da te, Dio ricco di amore. Noi ti preghiamo.

C. Padre, che ci chiedi di amarti e di amarci con tutto il cuore, aiutaci a riconoscerti e a servirti nei nostri fratelli, a imitazione del tuo Figlio Gesù, che vive e regna nei secoli dei secoli.
Amen.

LITURGIA EUCARISTICA

PREGHIERA SULLE OFFERTE

Guarda, Signore, i doni che ti presentiamo:
quest’offerta,
espressione del nostro servizio sacerdotale,
salga fino a te e renda gloria al tuo nome.
Per Cristo nostro Signore.
Amen.

RITI DI COMUNIONE

ANTIFONA DI COMUNIONE
Esulteremo per la tua salvezza e gioiremo nel nome
del Signore, nostro Dio. (Sal 20,6)

Oppure:
Cristo ci ha amati: per noi ha sacrificato se stesso,
offrendosi a Dio in sacrificio di soave profumo. (Ef 5,2)

Oppure:
“Amerai il Signore Dio tuo con tutto il cuore,
con tutta la tua anima e con tutta la tua mente”. (Mt 22,37)

PREGHIERA DOPO LA COMUNIONE

Signore, questo sacramento della nostra fede
compia in noi ciò che esprime
e ci ottenga il possesso delle realtà eterne,
che ora celebriamo nel mistero.
Per Cristo nostro Signore.
Amen.

CANTI CONSIGLIATI

Canto di ingresso

NOI CANTEREMO GLORIA A TE
1. Noi canteremo gloria a te, Padre che dai la vita, Dio d’immensa carità, Trinità infinita.
2. Tutto il creato vive in te, segno della tua gloria; tutta la storia ti darà onore e vittoria.
3. La tua Parola venne a noi, annuncio del tuo dono; la tua Promessa porterà salvezza e perdono.
4.Dio si è fatto come noi, è nato da Maria: egli nel mondo ormai sarà Verità, Vita, Via.
5. Cristo è apparso in mezzo a noi, Dio ci ha visitato; tutta la terra adorerà quel bimbo che ci è nato.
6. Cristo il Padre rivelò, per noi aprì il suo cielo; egli un giorno tornerà glorioso, nel suo regno.
7. Manda, Signore, in mezzo ai tuoi, manda il consolatore, lo Spirito di santità, Spirito dell’amore.
8. Vieni, Signore, in mezzo ai tuoi, vieni nella tua casa; dona la pace e l’unità, raduna la tua Chiesa.

Canto di Offertorio

O SIGNORE RACCOGLI I TUOI FIGLI

O Signore, raccogli i tuoi figli,
nella Chiesa i dispersi raduna!


Come il grano nell’ostia si fonde
e diventa un solo pane;
come l’uva nel torchio si preme
per un unico vino.

Come in tutte le nostre famiglie
ci riunisce l’amore
e i fratelli si trovano insieme
ad un’unica mensa.

Come passa la linfa vitale
dalla vita nei tralci,
come l’albero stende nel sole
i festosi suoi rami.

Canti alla Comunione

IL SIGNORE È IL MIO PASTORE

RIT.   IL SIGNORE È IL MIO PASTORE
         NON MANCO DI NULLA.
         IL SIGNORE È IL MIO PASTORE
         NON MANCO DI NULLA.


Su pascoli erbosi mi fa riposare,
ad acque tranquille mi conduce.
RIT.

Mi guida e rinfranca nel giusto cammino,
per amore del suo santo nome.
RIT.

Se dovessi andare in valle oscura,
non potrò temere alcun male.
RIT.

Perché, o Signore, tu con me sei sempre,
col bastone e il vincastro mi dai pace.
RIT.

Per me tu prepari una mensa,
davanti agli occhi dei nemici.
RIT.

Cospargi di olio il mio capo,
di gioia trabocca il mio calice.
RIT.

Felicità e grazia mi saranno compagne
per tutti i giorni della vita.
RIT.

Signore, abiterò nella tua casa
per la lunga distesa dei giorni.
RIT.

Canto finale

MIRA IL TUO POPOLO

Mira il tuo popolo, o bella Signora,
che pien di giubilo oggi t’onora.
Anch’io festevole corro ai tuoi pie’,
o santa Vergine, prega per me. (2 volte)

In questa misera valle infelice
tutti t’invocano soccorRitrice.
Questo bel titolo conviene a te:
o santa Vergine, prega per me. (2 volte)

Il pietosissimo tuo dolce cuore,
esso è rifugio al peccatore.
Tesori e grazie racchiude in sé,
o santa Vergine, prega per me. (2 volte)

24/10/2020 | Liturgia del Giorno | Commenti disabilitati su S. Messa nella XXX Domenica per annum /A – 25 ottobre 2020

I commenti sono chiusi.