menu chiudi menu

Primo Giorno Salerno – Colonia S. Giuseppe: Es. Sp. del Clero

Punti di riflessione schematizzati da don Gioacchino Lanzillo

Tema degli esercizi spirituali tenuti da S.E. Mons. Beniamino Depalma: “Guardare Cristo per imparare i suoi modi” (Didache)

Spunti della prima riflessione:
– La fede in Gesù Cristo ci rende umani e ci aiuta a vivere.
– Noi siamo esseri spirituali in dimensioni umane. Urge recuperare il silenzio del cuore e della mente per ripeterci le domande della vita: dove sei? che uomo sei? dov’è tuo fratello? dov’è l’altro?
– Il tempo attuale è un “tempo di baccano” e la causa del sentirsi annoiati, scoraggiati è nella disunione, nella frammentazione.
– Gli esercizi spirituali “è il tempo” di pesare a Dio! Chi non pensa è senza orizzonti e spirito profetico. Pensare, pregare, riflettere sono un dovere per l’uomo e ci aprono all’ascolto del “tu”. Il PECCATO è il rifiuto della RELAZIONE!
– I problemi della vita vengono da un cuore malato: incredulo e idolatra.
– L’IO è una parola diabolica mentre il TU è la parola di Dio!
– Per passare dall’ IO al TU bisogna imparare: l’arte del deserto (scontrarsi con le fatiche del viaggio), l’arte della spoliazione (diventare piccoli, umili), l’arte del desiderare (Dio allarga il cuore, non lo riempie), imparare la grammatica dell’umano e della fede, imparare l’essenziale, imparare l’arte dell’interiorità che è la nostra unica e vera ricchezza, l’arte della lentezza (contro la cultura del tutto e subito), imparare l’intelligenza spirituale (guardare tutto con l’occhio di Dio).
– Perché avvenga tutto questo la scelta è sintetizzata in tre parole: solitudine (parlare con il maestro interiore), silenzio (le risposte importanti alle grandi domande dipendono dal silenzio “preparatorio”), immersione nella pace (gustare Dio tramite la tranquillità).
UN’ANIMA ABITUATA E’ PEGGIO DI UN’ANIMA PECCATRICE.

06/11/2017 | News | Commenti disabilitati su Primo Giorno Salerno – Colonia S. Giuseppe: Es. Sp. del Clero
Tag:,

I commenti sono chiusi.