menu chiudi menu

Per vivere al meglio questo tempo di tristezza e di speranza – Messaggio dell’Arcivescovo

Carissimi sacerdoti, diaconi, religiosi e laici,

dopo la prima domenica trascorsa a porte chiuse e senza le consuete attività pastorali, con tristezza e speranza nel cuore, ho pensato di offrirvi qualche spunto di riflessione per vivere al meglio questo periodo di forzata clausura.

La tristezza scaturisce dalla segregazione coatta tra le mura delle canoniche e domestiche e dalla paura del terribile contagio; la speranza, invece nasce dal considerare che questo sacrificio contribuisca al contenimento della diffusione del virus e che tutto possa risolversi per il meglio.

Innanzitutto ringraziamo il Signore, che anche in questo momento difficile di crisi sanitaria, non ci fa mancare il conforto ed il sostegno della sua grazia. Siamo sicuri che Lui mai abbandona i suoi figli nelle difficoltà.
La nostra viva gratitudine a voi parroci, per le molteplici iniziative messe in atto per tenere accesa la luce della fede della gente e soprattutto agli operatori sanitari e a coloro che sono impegnati nel difficile ed estenuante compito di assistenza ai malati. Tanti svolgono il loro prezioso servizio anche con il rischio della vita.

Siamo convinti che questi giorni di terribile angoscia, sono una prova, ma possono diventare una grande opportunità. La routine quotidiana spesso ci porta a trascurare il rapporto con il Signore, lo studio e le relazioni interpersonali. Possiamo utilizzare il tempo a nostra disposizione, per puntare all’essenziale, per curare la nostra umanità e la nostra fede, per gustare la Parola di Dio, per riscoprire la bellezza della preghiera in famiglia, riprendere l’arte del leggere e del pensare, intessere relazioni autentiche e profonde.

Non sprechiamo il tempo che il Signore ci dona e trasformiamo l’emergenza in occasione per riscoprire i valori dimenticati e tralasciati.

Care famiglie, andiamo avanti con coraggio e speranza, con la certezza che il Signore ci sostiene con il suo aiuto, e “tutto andrà bene” e “insieme ce la faremo!”

La Beata Vergine Maria, salute degli infermi, maternamente ci protegga ed accompagni nel cammino!

Condivido le vostre paure e preoccupazioni, vi assicuro la mia quotidiana preghiera e vi saluto e benedico con grande affetto!

Amalfi, 18 marzo 2020

+ Orazio Soricelli, Arcivescovo

18/03/2020 | Messaggi | Commenti disabilitati su Per vivere al meglio questo tempo di tristezza e di speranza – Messaggio dell’Arcivescovo
Tag:,

I commenti sono chiusi.